mercoledì , giugno 19 2019
Home / Economia Finanza / Borsa Italiana, il commento di giornata (12 giugno 2019)

Borsa Italiana, il commento di giornata (12 giugno 2019)

Proseguono in calo i principali indici europei e Piazza Affari. Sul listino milanese in rosso le banche. In ribasso Italgas, che ha diffuso le linee e i target del piano 2025. In mattinata è andata tutta esaurita l’emissione di BOT annuali, per un controvalore pari a 6,5 miliardi di euro.

 

Così alle 12.45 il FTSEMib scende dello 0,56% a 20.493 punti mentre l’All Share arretra dello 0,57% a quota 22.439 punti. Sulla stessa linea Mid Cap (-0,59%) e Star (-0,46%).

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

Ad appesantire i mercati le performance dei bancari. BPER Banca perde il 3,19%, Banco BPM il 2,26%, UBI Banca il 2,09%. In rosso anche Unicredit (-1,79%) e IntesaSanpaolo (-0,91%). In calo dello 0,97% Monte dei Paschi di Siena. Secondo il quotidiano MF, la banca senese dovrebbe chiudere entro giugno la dismissione di un pacchetto di unlikely to pay dal valore nominale di circa 450 milioni composto da una trentina di posizioni corporate non garantite da immobili. Il progetto sarebbe denominato Quebec.

 

In flessione dello 0,71% Italgas, che in queste ore ha diffuso le linee guida e i target del piano al 2025. Il programma si articola su alcune direttrici ben definite e un significativo incremento degli investimento. Confermata la politica dei dividendi e rivisti al rialzo i principali target economico-finanziari (Italgas, il piano strategico 2019-2025: linee guida, target e dividendi).

 

Vendite anche su FCA (-1,32%). Secondo quanto riporta il Sole24Ore per la Francia il deal relativo alla fusione con Renault potrebbe non essere archiviato del tutto. L’assemblea dei soci di Renault in programma oggi a Parigi “potrebbe essere un banco di prova per valutare quanto spessore abbia – da un punto di vista francese – l’idea di una ripresa delle trattative con Fiat Chrysler Automobiles”.

 

Per quanto riguarda i titoli a capitalizzazione meno marcata sotto i riflettori IMA (-1,77%) e GIMA TT (+5,81%). I consigli di amministrazione delle due società hanno esaminato e approvato all’unanimità il progetto di fusione per incorporazione della controllata GIMA TT nella controllante IMA (IMA e GIMA TT, ok dei board alla fusione).

Leggi Anche

BORSA SHANGHAI-Indici in leggero rialzo in attesa meeting Fed

SHANGHAI, 18 giugno (Reuters) – La borsa di Shanghai ha chiuso in leggero rialzo in …