mercoledì , giugno 19 2019
Home / Vacanze / Dove sono le Isole Chagos, un paradiso inedito in mezzo all’oceano

Dove sono le Isole Chagos, un paradiso inedito in mezzo all’oceano

Incantevole posto a metà strada tra l’Africa e l’Asia, le Isole Chagos sono al centro di una diatriba che coinvolge il Regno Unito. Una meraviglia della natura che ora è sulla bocca di tutti.

L’arcipelago di Chagos è composto da 65 isole coralline nell’Oceano Indiano e si trova 500 km a sud delle Maldive. L’intera area territoriale è di soli 56,1 km, con l’isola più grande, Diego Garcia, con una superficie di 32,5 chilometri quadrati. Le isole furono scoperte all’inizio del XVI secolo dai portoghesi. La prima colonia di successo fu fondata proprio su Diego Garcia nel 1793 sotto la dominazione francese. Nel 1814, con la fine delle guerre napoleoniche, i Chagos insieme a Mauritius e alle Seychelles furono ceduti alla Gran Bretagna attraverso il trattato di Parigi.

Vista dall’alto dell’interno delle Isole Chagos

Nel 1960 è stato raggiunto un accordo per costruire una base militare americana nell’isola di Diego Garcia, una scelta che ha allontanato tutta la popolazione presente nell’isola. Nel 2010 il governo britannico ha dichiarato la zona area marina protetta e paradossalmente l’assenza di civiltà, a prescindere dalla scelta forzata, ha permesso negli anni una forte crescita della fauna locale. Pesci, squali e uccelli popolano una scogliera che è considerata la più incontaminata del mondo, dove ormai vivono generi di uccelli marini che erano in via d’estinzione. Visitando l’entroterra si possono trovare le rovine fatiscenti di una chiesa, di una prigione, di un ospedale e di un cimitero, dove il passare del tempo ha cancellato quasi tutte le iscrizioni.

L’isola è formata da innumerevoli spiagge e caratterizzata da un mare cristallino. All’interno ci sono zone verdi, una vera e propria giungla dove un tempo la popolazione coltivava le piantagioni di cocco. L’arcipelago di Chagos è un importante rifugio per gli uccelli marini nel mezzo dell’Oceano Indiano. Ora però potrebbe arrivare una svolta storica per il territorio e per le tante persone che hanno dovuto abbandonare la loro terra. La Corte internazionale di giustizia ha infatti formalmente invitato il Regno Unito a rinunciare alla propria sovranità sulle Isole Chagos perché avrebbe agito illegalmente durante il processo di decolonizzazione dell’ex possedimento di Mauritius.

Le isole Chagos sono state scorporate nel 1965 per poi attivare una concessione cinquantennale sulle isole e prorogata fino al 2036 agli Stati Uniti. Attraverso questa pratica, lo stato americano ha potuto costruire una base militare permanente sull’atollo più grande delle Chagos: l’Isola Diego Garcia.

Spiaggia dell’arcipelago delle isole Chagos

Leggi Anche

La casa vacanza in Italia piace sempre di più (Report)

Continua l’interesse per il mercato della casa vacanza, che vede attivi non solo acquirenti nazionali ma …