domenica , maggio 26 2019
Home / Politica / Elezioni comunali, Aldo Gori si candida a Ozzano: “Una nuova forza politica della Sinistra”

Elezioni comunali, Aldo Gori si candida a Ozzano: “Una nuova forza politica della Sinistra”

A Ozzano dell’Emilia il 26 maggio si vota per le elezioni amministrative, così come in altri 45 comuni del bolognese. Uno sguardo ai candidati sindaci porta alla lista “Progresso Ozzano” e ad Aldo Gori, lista orientata a sinistra che verrà presentata ufficialmente giovedì 18 aprile alle ore 20.30 presso la Sala Città di Claterna insieme a tutti i candidati. 

«Una buona parte di cittadini si è dimostrata disorientata per una certa incoerenza nelle alleanze degli ultimi tempi e questa lista punta a raccogliere questi elettori. Abbiamo quindi dato vita a una proposta di sinistra per Ozzano, che mette al centro la persona e cerca di recuperare un po’ di centralità per Comune dopo la nascita dell’Unione dei Comuni Savena e Idice, con l’obiettivo di snellire tante procedure». 

Aldo Gori, 72 anni, è uno storico rappresentante del mondo del lavoro e del sindacato locale (all’IMA di Ozzano), che ha rivestito nel recente passato, il ruolo di vice sindaco e di pubblico amministratore come assessore ai lavori pubblici e all’ambiente.

Con quali valori e obiettivi è nata la proposta “Progresso Ozzano”?

«Vogliamo cioè impegnarci per realizzare ad Ozzano ciò che vorremmo fosse realizzato a livello nazionale: una nuova grande forza politica della Sinistra in grado di rappresentare gli interessi dei lavoratori, dei giovani, delle donne, dei pensionati, delle persone che sono in difficoltà. In questo contesto le prossime elezioni amministrative che coinvolgeranno anche il nostro comune rappresentano un’occasione per segnare una ferma resistenza alla deriva antidemocratica e contribuire a un mutamento di indirizzo nel paese. Nel solco della miglior tradizione della Sinistra ozzanese, avanziamo un pacchetto di proposte innovative che hanno al centro il valore e la tutela della persona e dell’ambiente in cui viviamo e presentiamo la lista “Progresso Ozzano”». 

Le parole chiave della sua campagna elettorale? 

«Solidarietà, Ambiente, Partecipazione. L’unione sotto lo stesso simbolo di tre liste civiche, due delle quali storicamente di opposizione, non ci ha convinti, anche perché questa nuova alleanza ha significato la scomparsa di un simbolo storico per la sinistra ozzanese : “Progetto Ozzano”, dove di volta in volta si sono raccolte le forze del centrosinistra del nostro comune.

Abbiamo ritenuto indispensabile offrire ai cittadini la possibilità di votare un simbolo che garantisse non tanto e non solo continuità con “Progetto Ozzano” che per noi andava mantenuto, quanto la possibilità di partecipare ad una nuova e più avanzata proposta politica.

C’è una degenerazione della politica, un aumento preoccupante di forze neofasciste, un attacco a diritti conquistati con anni di lotte da donne e uomini, conquiste civili come l’aborto, il divorzio, le unioni civili, ecc. subiscono l’attacco di forze che vorrebbero riportare le donne a periodi oscuri di sudditanza e di irrilevanza sociale. In particolare è necessario tornare ai valori di giustizia sociale, dignità della persona, solidarietà, sanciti dalla Costituzione nata dalla Resistenza. Tutti gli organi della Repubblica devono operare per rendere effettivi il diritto al lavoro, all’istruzione, alla salute, al rispetto dell’ambiente…».

Elezioni comunali 2019, i candidati intervistati

Argelato: Claudia Muzic 

San Lazzaro di Savena: Isabella Conti

San Lazzaro di Savena: Carmine Campitelli

Fontanelice: Fabio Morotti

Loiano: Danilo Zappaterra

Molinella: Dario Mantovani

Casalecchio di Reno: Massimo Bosso

 

Leggi Anche

BASTA BLOCCHI POLITICO-ECONOMICI AMERICANI, CINESI, RUSSI ECC., MA SI FAVORISCA UNA COMUNITA’ MONDIALE

IL MIO PENSIERO PRIMA DI ANDAR A VOTARE.       Negli anni ’50 circa, …