venerdì , luglio 19 2019
Home / Politica / Fazio: “Equilibrio e amore per il mio paese”

Fazio: “Equilibrio e amore per il mio paese”

Venerdì sera il primo consiglio comunale della rinnovata amministrazione guidata da Marco Fazio, al principio del suo secondo mandato.
Dopo la distribuzione delle deleghe e l’individuazione delle competenze, pubblichiamo di seguito il discorso integrale pronunciato di fronte all’assemblea cittadina.

Carissimi concittadini, cari consiglieri,
è con la medesima emozione di cinque anni fa che ho giurato quale sindaco di Germignaga.
Oggi inizia anche in modo ufficiale questo secondo mandato. Un risultato figlio della scelta di tante persone, figlio della fiducia che è stata riposta in me, figlio dell’essere affiancato e supportato da chi mi ama, e che ringrazio per non aver mai, per un solo momento, fatto mancare il suo sostegno, aver sopportato le tensioni, fatto pesare le assenze.
Il giuramento è un gesto solo apparentemente formale, ma che in realtà costituisce l’assunzione piena di un impegno, verso la Repubblica, e verso i cittadini, cui appartiene la sovranità.
La formula richiama la nostra Carta Costituzionale. È ad essa, dunque, che voglio richiamarmi innanzitutto. Nella mia e nostra azione, dovremo adoperarci affinché i principi di democraticità, di inviolabilità dei diritti, di uguaglianza, di tutela del lavoro e delle minoranze, di ripudio della violenza, di sviluppo della cultura e della tutela del patrimonio ambientale e artistico, siano, sempre, il faro che illumini il nostro agire.

Passando al nostro paese, mi ha molto colpito, qualche tempo fa, un’espressione elaborata dalla Rete Nazionale per l’Eccellenza: “Un paese a regola d’arte”. Espressione già bella e significativa di suo, ma che può essere letta anche come un acronimo di Apertura, Responsabilità, Trasparenza, Equilibrio.
Partirei dalla prima parola, apertura: il primo segnale di apertura è generazionale. Sono davvero felice di essere il sindaco a guida di un consiglio comunale che è composto per sei dodicesimi da componenti di età inferiore ai trent’anni. Un segnale bello e in controtendenza, in anni in cui i giovani sembrano sempre più lontani dalla politica, che mostra la voglia di impegnarsi per il proprio paese. Mi emoziona, peraltro, vedere che molti di voi sono stati coinvolti nel battesimo civico. Spero che la vostra scelta nasca anche da un seme gettato in quelle occasioni.
A voi, che iniziate questo percorso, un augurio speciale. Siate veri protagonisti di questa legislatura, non pensate di essere solo i portavoce dei più giovani, ma esprimete la vostra idea, i vostri progetti per l’intera comunità. Non siete né troppo giovani, né troppo inesperti. Ma apertura significa vedere che ora i germignaghesi sono nati anche in altri paesi, che le nostre scuole vedono seduti negli stessi banchi bambini arrivati da più continenti. Apertura significa non sentire tutto questo come una minaccia. Germignaga ha saputo e saprà, lo spero, essere una comunità accogliente e non impaurita. Sapendo che non sempre questo è facile, ma che è una sicura opportunità

R, come responsabilità. Quella affidataci dagli elettori, quella che ci deve portare a ragionare anche per quelli, e purtroppo non sono pochi, che non hanno partecipato al voto. La prima responsabilità è quella di adempiere al mandato affidatoci con disciplina e onore. Lo faremo rispettando le norme, rispettando i nostri cittadini, mantenendo quanto promesso e richiamando sempre, noi e gli altri, al rispetto delle regole. Non pensiamo, mai, di essere “solo” un paese di 3.900 abitanti. Questo paese, prima e più piccola entità politica, è una cellula dell’intero stato. Se vogliamo cambiare, migliorare la nostra Italia, dobbiamo partire da qui. Non limitiamoci al semplice fare, alla manutenzione del paese, a qualche piccolo o grande progetto. Usiamo la carica che ci è stata affidata per costruire cultura, elaborare idee, produrre rinnovamento.

Viene poi la trasparenza, che è atteggiamento, scelta fondamentale per una pubblica amministrazione. Se vogliamo rompere quella barriera invisibile che sembra essersi creata tra chi ha responsabilità di governo e chi è semplice elettore, se vogliamo superare la diffidenza verso l’impegno pubblico, la trasparenza dovrà essere una parola d’ordine. Daremo seguito a questo proposito lavorando ulteriormente sulla comunicazione, parlando con la gente e motivando le nostre scelte, rendicontando le azioni fatte. La trasparenza è ingrediente fondamentale per continuare ad essere depositari di fiducia.

Infine, l’equilibrio. E penso a questa parola soprattutto in due contesti. Un primo, più semplice, è quello dell’equilibrio nei conti. Siamo sempre stati quelli dei “conti in ordine”, abbiamo, nei 5 anni precedenti, consolidato questo risultato e continuato a gestire le finanze pubbliche con oculatezza e rigore, anche nei confronti dei cittadini. Parla per noi la politica fiscale adottata, che vuole premiare gli onesti e i virtuosi e snidare chi, alle spalle degli altri contribuenti, elude, evade.
Ma penso anche a un equilibrio più particolare: Iniziativa democratica è stata ed è una lista civica. Sin dalla sua nascita sono state presenti al suo interno sensibilità diverse, provenienze diverse, tutte accomunate semplicemente dalla voglia di mettersi al servizio di Germignaga. Questa laicità civica, come qualcuno la ha felicemente definita, la rivendichiamo con forza anche oggi. Rispetto a una campagna elettorale in cui talvolta ci siamo sentiti tirati per la giacchetta, rispondiamo: noi siamo questi. E, permettetemi di togliermi un sassolino dalla scarpa, se siamo qui lo dobbiamo solo ai nostri elettori. È a loro, e a nessun altro, che dobbiamo dire grazie.

Chiudo con una promessa, che sono sicuro interpreti anche il pensiero e i sentimenti di tutti coloro che sono seduti a questi tavoli. Oggi è un giorno in cui siamo orgogliosi. Faremo di tutto, giorno per giorno, per sentirci orgogliosi al termine di questi 5 anni, ma soprattutto per far sì che ogni cittadino di Germignaga sia orgoglioso del proprio paese e della sua amministrazione. Lo faremo accompagnati dall’esempio di chi ci ha preceduto, guidati da un confronto costante con la popolazione, spinti dalla voglia di esprimere il meglio per i nostri concittadini, dall’amore per la nostra Germignaga.

Leggi Anche

Di Maio esclude una crisi: ‘Vediamoci e andiamo avanti’

“Escludo che possa esserci una crisi mi hanno sempre insegnato male non fare paura non …