mercoledì , maggio 22 2019
Home / Economia Finanza / I vent’anni di tassi a zero del Giappone, ultimo nell’exit strategy

I vent’anni di tassi a zero del Giappone, ultimo nell’exit strategy

I predicatori medievali ne sarebbero stati entusiasti: il denaro, “sterco del diavolo”, non doveva generare altro denaro e
ogni interesse concesso era da considerare usura, proibita da un passo del Vangelo di Marco. Sono passati vent’anni da quando
la Banca del Giappone (BoJ) introdusse un grande esperimento di politica monetaria, portando a zero i tassi nominali di riferimento: divenne cos
pioniera dell’innovativo (ma anche medievale) concetto secondo cui il tempo non denaro, mentre due anni dopo fu la prima
a inoltrarsi nei territori inesplorati del Quantitative easing, inondando di liquidit il sistema finanziario in aggiunta
ai tassi zero.

Per saperne di più

0 commenti

Leggi Anche

Il tasso RBA ha ridimensionato il dollaro australiano in quanto l’attenzione rimane sui negoziati

Questa mattina: Durante la sessione asiatica, non ci sono stati dati rilevanti per fornire alle …