mercoledì , giugno 19 2019
Home / Economia Finanza / Il FTSEMib resta positivo dopo BCE e Draghi

Il FTSEMib resta positivo dopo BCE e Draghi

Piazza Affari e le principali borse europee registrano variazioni frazionali. Nessuna sorpresa dall’odierna riunione della BCE. La banca centrale ha confermato i tassi di interesse, segnalato che il saggio di riferimento dovrebbe mantenersi su livelli pari a quelli attuali almeno fino alla prima metà del 2020 e in ogni caso finché sarà necessario per assicurare che l’inflazione continui stabilmente a convergere su livelli inferiori ma prossimi al 2% nel medio termine.

Alle 15.55 il FTSEMib era in rialzo dello 0,38% a 20.233 punti, mentre il FTSE Italia All Share guadagnava lo 0,36%. Andamento speculare per il FTSE Italia Mid Cap (+0,3%) e il FTSE Italia Star (-0,3%).

L’euro si è portato a 1,125 dollari, mentre il bitcoin vale meno di 8.000 dollari (circa 7.000 euro).

Lo spread tra Btp e Bund si è allargato a 275 punti.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

Fiat Chrysler Automobiles guadagna lo 0,46% a 11,754 euro, dopo aver toccato un minimo a 11,252 euro in avvio di giornata. Il consiglio di amministrazione dell’azienda ha deciso di ritirare con effetto immediato la proposta di integrazione avanzata a Renault. Fiat Chrysler Automobiles ha precisato che non vi sono attualmente in Francia le condizioni politiche perché una simile fusione proceda con successo. Dopo la decisione di interrompere le trattative con Renault gli analisti di Equita sim hanno tagliato da 16,8 euro a 14,5 euro il prezzo obiettivo su Fiat Chrysler Automobiles; tuttavia, gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni. Bocciatura completa da Mediobanca, che ha sforbiciato da 17,5 euro a 13,7 euro il target price sulla società e ha peggiorato da “Outperform” (farà meglio del mercato) a “Neutrale” il giudizio.

 

Intonazione positiva per NEXI (+1,84% a 9,12 euro). Dal 17 giugno la matricola farà parte del FTSEMib. La società aveva debuttato su Borsa Italiana il 16 aprile 2019.

 

Salvatore Ferragamo guadagna il 2,2% a 19,77 euro. Gli analisti di HSBC hanno incrementato il prezzo obiettivo sulla società del lusso, portandolo da 16 euro a 19 euro; gli esperti hanno anche migliorato il giudizio, portandolo da “Reduce” (ridurre) a “Hold” (mantenere).

 

Da segnalare il balzo messo a segno da TerniEnergia (+7,57% a 0,398 euro). La società ha sottoscritto con Mareccio Energia tutti i contratti relativi all’operazione di cessione di 22 impianti fotovoltaici. Il controvalore complessivo dell’operazione è stato fissato a 23,88 milioni di euro.

 

Stefanel resta sospesa dalle contrattazioni. La società di abbigliamento ha comunicato che il consiglio di amministrazione ha rinunciato alla procedura di concordato preventivo con riserva, avviata il 14 dicembre 2018, e dunque al deposito del piano e della proposta concordataria nel termine ultimo del 14 giugno. Di conseguenza, Stefanel ha avviato l’iter per la procedura di ammissione all’amministrazione straordinaria tramite il deposito dell’istanza per la dichiarazione dello stato di insolvenza presso il tribunale competente.

Leggi Anche

BORSA SHANGHAI-Indici in leggero rialzo in attesa meeting Fed

SHANGHAI, 18 giugno (Reuters) – La borsa di Shanghai ha chiuso in leggero rialzo in …