lunedì , marzo 25 2019
Home / Vacanze / Ipocriti ambientalisti

Ipocriti ambientalisti

in Zuppa di Porro

di

Nicola Porro

15 Marzo 2019, 11:30

9.4k Visualizzazioni
45 Commenti

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 15 marzo 2019.

00:00 Dedico la zuppa di oggi a quei studenti e professori che, invece di fare lo sciopero per il clima, vanno a scuola a fare il loro dovere. Il Sole 24 Ore ci spiega che i consumi fanno male. Buona idea, gli imprenditori dovrebbero produrre di meno (!).

04:25 E poi c’è il ministro Costa dice che avrebbe mandato i suoi figli in piazza a protestare per il clima. Roba da pazzi!

05:55 Altra ipocrisia di giornata: tutti a votare una legge sul revenge porno. Ma di che state parlando? Giulia Sarti è vittima di un orribile gioco in casa sua.

11:30 Flavio Briatore fa il fenomeno imprenditoriale e paga 17.000 euro per la spiaggia, un po’ pochino visto che si tratta di uno spazio pubblico: secondo voi quanto paga un barista di Roma per mettere 10 tavolini sul marciapiede?

12:59 Corrado Ocone cacciato dalla Fondazione Einaudi perché ha partecipato a una manifestazione “sovranista”.

13:52 Mauro e tutti i benpensanti contro Tajani che parla delle cose buone fatte dal fascismo.

45 Commenti

Scrivi un commento

Antonio says:

Allora Porro aspetto le tue foto nudo mentre sei appeso al lampadario di casa. accertati che il lampadario ti regga altrimenti ti fai male.

Massimo Maggioni says:

Il sole…che non brilla certamente e manco scalda. Questo giornale della Confindustria….ma di chi è???? Abeti!!! Con la A, non la E….occhio!!! Poi se vogliamo pensare a coloro che hanno ricoperto l’incarico di presidente di Confindustria, non escludo l’attuale….una sfilata di cazzoni….pieni d’acqua, pidioti!!! Ahhh!! Azzz!!! C’è stata anche una donna, cazzo che donna, porta Tusa, che pena!! In totale un bellissimo…schifo!!! I famosi radical…..scemi!!!! Cosa possiamo poi pretendere da questo sole…. oramai spento!!! Per ciò che riguarda la Greta, ragazza Gretinella, sarebbe meglio che sene stesse a casa sua e facesse la Gretinetta di 16/17 anni, ma nel suo ambiente, in casa sua, in Svezia. Poi come ragazza Svedese….siano proprio a terra, qui si può capire perché si occupa, alla Cacchio, di certe cose che nessuno non fanno per lei. Una così, anche nel suo futuro, cosa può pretendere!!!! Un bel….nulla!!! Però c’è un insieme di rintronati che non sapendo cosa cacchio fare, come la Gretina, assegnano premi Nobel alla cazzo, a cani e porci. Poveri imbesuiti. Basti pensare che lo hanno dato anche a Dario Fo, accento o meno, non ci frega….una mazza!!! Bene ha fatto quel personaggio che neppure avrebbe voluto andare a ritirarlo. Se una persona vale, lo sa, bene il suo bel premio glielo lasci lì, così sia. Poi un premio Nobel….dato con un bel po’ di quattrini. Ti pagano perché tu lo vada a prendere. La ragazzina Gretina, se glielo danno, il premio, andrà sicuramente ad acchiapparlo, marche poi se ne torni in Svezia e lì ci resti!!!! È “quasi” tutto una vergogna!!!! Ma con questi esseri imbecilli, la UE e non solo, dove cazzo vorrebbe andare o meglio dove vorrebbero arrivare!!! Solo in un posto…. Meglio non citare il dove!!!!! Ciao Dott. Potrei, sempre complimenti e buon lavoro, che lo fai, grazie!!!!

Valter says:

Ahimè ! Ho appena assistito alla cronaca del TG5 sulle manifestazioni studentesche di oggi per nientepopodimenocche’ “salvare il pianeta”. Una cronaca completamente appiattita sulla versione mainstream dell’evento, che neanche La Repubblica. Questi studenti (?) intervistati che come tanti pappagalli ripetono le bufale del pensiero unico sul clima, in piazza assieme ai loro insegnanti (?) ! Uno spettacolo sconfortante, il trionfo planetario degli ignoranti additato come la speranza per il futuro dell’ umanità ! Già fa schifo la programmazione con minchioprogrammi come l’isola dei famosi o il grande fratello, ma il versante dell’informazione di Canale5 è inguardabile. Salviamo il soldato Porro su rete 4 !

Valter says:

P.S. Dimenticavo i soldati di rete 4 Del Debbio e Giordano, essi pure da salvare dalla deriva mediaset verso il pensiero unico. A proposito, parafrasando Sergio Leone, C’era una volta Matrix ….Se l’orientamento di Canale5 sull’informazione è quello dei TG il ritorno di Matrix lo vedo problematico, sperando di essere smentito.

Orlo says:

Mi dispiace per la deriva sovranista dell’Ocone.
Nel libro “la cultura liberale. Breviario pre il nuovo secolo”,lasciava intendere un confronto aperto con i “sovranisti” in chiave di elite contrapposte(smentendo il precetto di “élite vs popolo”),per dare risposte più convincenti delle loro.
Essendo,per lo stesso,il liberalismo um punto di vista eretico, o comunque non convenzionale, aperto al cambiamento.
Ora con l’adesione al movimento “nazione futura”,credo si sia “incastrato”,al pari di Gervasoni,in un,a mio parere,concetto distorto di “Zeitgeist” che sorpassa la visione liberale e pure conservatrice,per entrare nel puro costruttivismo di ingegneria sociale.
La deriva è tale che nn mi sorprenderebbe una visione,nn troppo lontana,con il neomatxismo di Fusaro.
Tutto fa brodo fuori dalla visione di Einaudi che vedeva nello “Stato sovrano” un mostro immondo.

Ps
Mi è piaciuto l’articolo sui terroristi della Nuova Zelanda.
Complimenti!

ARMANDO TERRAMOCCIA says:

Caro ORIO , i terroristi non sono della Nuova Zelanda , hanno agito in Nuova Zelanda ( stando alle ultime notizie ) provenendo dall’estero ( Australia ?) . La NUOVA ZELANDA è il Paese migliore del mondo forse anche perchè ( non è mio copyright) ci sono pochi italiani . Fattelo dire da uno che conosce la Nuova Zelanda .

Orlo says:

Buonasera Armando.
Qualche tempo addietro sali alla ribalta,la Nuova Zelanda,per via di una famiglia inglese malvista dagli autoctoni per il loro “stile di vita” sopra le linee che fu seguita dai media,prima locali e poi nazionali.
Alla fine furono esplulsi!
Nn stento a crederlo un paradiso in terra.
Poi,si sa,gli italiani sono preceduti dalla loro fama,ma una singola famiglia si integra perfettamente con l’ambiente civile.
Quegli inglesi dovevano essere propio dei demoni!
Comunque il mio era un “richiamo” ad una vistosa mancanza tra gli articoli di giornata.
Nemmeno nella zuppa un accenno.
Nn capisco sta coda di paglia?
Bho…

ARMANDO TERRAMOCCIA says:

Caro ORIO , avevo capito il sarcasmo , ho solo utilizzato la tua risposta per dire la mia opinione sulla NUOVA ZELANDA , Paese che amo.

Giovanni Solazzo says:

Bastava leggere i post su FB per capire che la fondazione EINAUDI era diventata la fondazione.. vien difficile definirla. Per approssimazione direi SCALFARIANA. Avevano pubblicato un test QUANTO SEI LIBERALE nel quale un tizio che conoscevo, il peggio del politicamente corretto, era risultato LIBERALE CLASSICO. Siamo messi così. Onore ad Ocone.

PS
Signor Porro, lasci perdere il buono che ha fatto il fascismo, RENZO DEFELICE l’abbiamo letto eccome. Pure Stalin costruì ponti e ferrovie.

Nicola Porro says:

in effetti, su stalin, ha ragione anche lei

Andrea Salvadore says:

Ma amico Porro non lo avete ancora capito? L’Italia é la campionessa della ipocrisia, nel presentarsi nella veste di un personaggio che si autoammira e crede che si offende l’onore nazionale quando gli si toglie l’inganno e si dice, come al Re, che é nudo e ridicolo. Ma lo ha imparato in casa da bambino e nella chiesa da bambino quando gli hanno messo in testa centomila assurditá che in fondo non crede ma che non accetterá mai il fatto che sono solo assurditá. Lo scoprí nella preparazionepara la cresima quando mi fecero imparae a memoria domande ie risposte incomprensibili e di colpo intesi che se io studene di ginnasio non capivo tutte quelle parole meno le capivano gli umili e i poveri di spirito a cui mi dicevano era dretto il messaggio della chiesa. E quella fu la fine e intesi anche la enorme distanza tra Lotario dei Conti di Segni, ovvero Innocenzo terzo e San Francesco e la comunione di aggressivitá, mischiando violenza fisica con seduzione dolosa, tra Giulio secondo e Bergoglio.

Rosario Canepa says:

Sono un Italiano residente all’estero.
Seguo le vicende italiane con l’amore di chi e’ lontano dalla propria Patria. I miei unici veicoli di contatto con l’Italia sono la lettura dei quotidiani e RAI Italia.
Da tempo ormai vivo un profondo sconforto apprendendo le notizie che arrivano dal mio Paese:
Gia ieri, il ministro Grillo dichiarava che non presenziera’ al Family Day, “perche’ non le piace questa caratterizzazione ideologica che tende a ghettizzare un’altra parte dei cittadini”, commento questo, ad una manifestazione in difesa della Famiglia, che da solo sintetizza l’abisso di mistificazione incosciente della realta’ in cui ci dibattiamo da decenni.
Il giorno prima la Cirinna’ esponeva trionfalmente il cartello “Dio Patria Famiglia – che vita di merda”. Per un’affermazione tanto grave ed offensiva non ci sono commenti.
L’altra sera, anche a “Porta a Porta” Eleonora Giorgi, che non so quali meriti artistici abbia, se non quelli di aver sposato, e poi divortiato dal nipote di Angelo Rizzoli, con un viso rifatto da quindicenne, sosteneva che il Sistema Sanitario Nazionale deve finanziare la chirurgia estetica per risollevare il morale delle donne.
Ieri sera, a “ Popolo Sovrano”, non c’era niente di meglio da trasmettere che un servizio su una carampana ultra quarantenne che esponeva volgarmente le proprie sembianze completamente rifatte, sostenendo che la sua principale aspirazione era quella di diventare una pornostar….
Nella stessa trasmissione si dava voce a coloro che vogliono imporre il blocco delle prospezioni di idrocarburi in mare, in assenza di qualsiasi analisi, anche elementare, di quelle che sono le esigenze energetiche nazionali, nella totale assoluta ignoranza delle procedure operative che esistono nel settore, all’avanguiardia assoluta in termini di qualita’ del lavoro, sicurezza del personale e rispetto dell’ambiente (nessun settore puo’ vantare la stessa attenzione in termini di investimenti e risorse assegnate. NDR).
In un telegiornale RAI della sera, si esaltava la protesta di un ragazzino dell’Udinese, che combatteva una battaglia ecologista contro la costruzione di una centrale idroelettrica ( l’energia piu’ pulita in assoluto. Sich !!!), perche’ in un fuimiciattolo che alimentava il bacino vivevano dei gamberetti protetti dalle norme europee….
Mi fermo qui, per non divagare.
Mi sintonizzo sulle reti RAI per sentire le notizie dall’Italia ma sono costretto a cambiare canale perche’ lo spettacolo quotidiano cui assisto e’ insopportabile.
Mi chiedo : Ma qualcuno si domanda dove stiamo andando? Quale esempio diamo ai nostri figli? Si puo’ sperare in un futuro migliore per i nostri giovani di fronte a una mistificazione continua e costante della realta’, priva di qualsiasi radicamento scientifico, storico, antropologico, filosofico o semplicemente di buon senso, che disorienta totalmente i nostri ragazzi?
Tutto questo e’ accettabile?
Penso proprio di no.
Urge fare qualcosa.
Nicola, per favore, rispondi.

ARMANDO TERRAMOCCIA says:

Egregio Sig. Canepa , da italiano residente in Italia ma che vorrebbe risiedere all’Estero come Lei , le posso dare un suggerimento : tagli il cordone ombellicale che ancora lo lega a questo k..di Paese. Le sembra normale che in poco tempo un ex venditore di bibite allo Stadio diventi Ministro del Lavoro , faccia il VicePrimoMinistro e con circa il 30% di voti sodom..il restante 70% di italiani ?.PS: anticipo una sua eventuale domanda : Non vado all’estero perchè alla mia età ed una vita passata all’estero voglio godermi i nipoti che sono figli di quei miei figli che non mi sono goduto da giovane. Sintetizzo il tutto : viviamo in un Paese di M…governato non solo da adesso da Politici di M…!

tullo says:

Una manica di deficienti, una nazione allo sbando

carlottacharlie says:

Mio nipote, 11anni, appena ha visto la ragazzina l’ha definita -cattiva- proprio per lo sguardo e, poi,: -nonna? questa ragazza è proprio “G retina-. A parte gli scherzi, cadono le braccia per le migliaia d’idioti che vorrebbero cambiare il clima, manco sanno che il clima fa quel che vuole da miliardi di anni.
Non sanno nemmeno che è la sovrappopolazione mondiale il guaio; quasi 8miliardi d’individui che, dovendo mangiare devono produrre cibo, e senza parlare degli altri consumi.
Se si guardano le cartine dove l’inquinamento alligna si nota che sono Africa e Asia coi Mediorientali ad inquinare, proprio i paesi sovrappopolati. Invece d’andare a sventolar idiozie dovevano già tempo fa, quando li si avvertiva, prendere provvedimenti a non far crescere esageratamente certi paesi e che se vogliono fermare il co2 prima devono fermare le nascite incontrollate, altrimenti da qui a 15anni saremo ancor peggio. Purtroppo ci sono miliardi d’idioti al mondo che gioiscono perchè dei farabutti li metteranno in ginocchio, chiedendo loro montagne di dollari; capire che dietro il “clima” c’è solo la voracità di malversatori e ladri è capacità di pochi.

Giacomo says:

Se vivremo, ma non se solo sopravviveremo, come popolo tra 30 anni a storia che si racconterà sarà diversa, molto diversa. Prima o poi dovrà cadere il muro dell’ipocrisia e della follia che abbiamo sempre davanti.

gianni says:

Caro Porro, chi crede nella scienza si beve ogni idiozia che gli viene propalata, e non si fa nemmeno sfiorare dall’idea che i loro beniamini non sono stati in grado di spiegare alcunchè, in nessun campo della conoscenza umana. Ma agli stolti va bene così, gli basta il dato superficiale senza giungere alle cause e continueranno a credere ai loro carnefici neomalthusiani.
Una notizia da fonte diretta: nelle Logge di tutto il mondo si parla di intraprendere il “lavoro” sulla popolazione mondiale per mezzo dei cambiamenti climatici da oltre 30 anni….

giulia says:

oggi ore 11,30 lungolago Lecco ragazzi delle superiori gironzolavano con relativo cellulare, Mcdonald tavoli esterni pieni e motorini da tutte le parti , transitavo con la mia piccola utilitaria nuova un gruppetto di loro mi ha fermato con cartelli tipo “mi stai facendo morire” ” mi hai rovinato i polmoni” …ora mi domando i loro motorini erano meno inquinanti della mia utilitaria?

Davide says:

Agghiacciante. D’altronde siamo o non siamo il paese del trionfo dell’analfabetismo funzionale?
Questi idioti sono lobotomizzati dalla propaganda, e grazie alla scuola pubblica sono privi degli strumenti intellettuali per capire quello che succede nel mondo in cui vivono, così si comportano come pecore in un gregge.

ARMANDO TERRAMOCCIA says:

Anche oggi un’ottima ZUPPA . Però caro PORRO mi permetta di utilizzare questa pagina , la sua pagina , per farle una domanda a cui forse non sarà in grado di dare una risposta: Per quale motivo nessun organo di Stampa a livello nazionale , ne i maggiori TG nazionali , non hanno dato la notizia dell’incendio del TRAGHETTO RO/RO GRANDE AMERICA ( armatore GRIMALDI ) avvenuto nella notte del 10 marzo nel Golfo di Biscaglia con 26 persone a bordo ( salvate ) e successivamente affondato ? Bisognava tacere il fatto che a bordo c’erano contenitori di merci pericolose ? Oppure il fatto che non ci siano stati morti non è rilevante per gli organi di stampa ? SINTESI : è affondato un traghetto , ma nessuno osa parlarne , perchè ?

ennio michelon says:

Un mio vecchio zio aveva nella sua libreria una enciclopedia di circa un metro di larghezza che si intitolava” Le Grandi opere di Mussolini.

Giorgio Colomba says:

Il “biofanatismo totalitario e misantropico” (Bruckner) è il moderno oppio (ovvio?) dei popoli.

Francesco Romani says:

Ho letto molto commenti su autorevoli giornali per cui siamo nell’era degli ignoranti.
Probabilmente è vero, abbiamo la metà “gialla” del nostro governo che è composta di persone che, non sapendo nulla di quello che sono state demandate a fare, sono quindi “vergini”, “pulite”, “oneste” quindi scevre da ogni conflitto di interessi.
Ma gli stessi giornali che stigmatizzano l’incompetenza e l’improvvisazione di Di Maio, Costa, Toninelli, nel governare l’Italia, oggi venerano un ragazzina di 15 anni che, a dire loro, dovrebbe essere la “guida” dello scenario energetico-ambientale del MONDO INTERO.
ma chi davvero crede che una qualunque ragazzina di 15 anni possa culturalmente avvicinarsi a temi così complessi?
C’è poi la cultura anti-scientifica, la messa in discussione degli scienziati, anche questa continuamente criticata dagli stessi giornali di cui sopra, che (giustamente) stigmatizzano nel caso dei Vaccini.
Ora però questa ragazzina ha per loro più dignità-credibilità di molti scienziati e climatologi che da anni dicono esattamente quello che lei dice, e addirittura molta più dignità-credibilità di quelli che, invece (e ce ne sono!), non sono così allineati al luogo comune imperante.

Salvatore says:

Scusassero ! Ma ho trovato un minuto fa : ” Gino STRADA :”Governo va processato a l’Aja per i crimini contro l’umanità” !
Ora abbiamo la prova : la Strada della Follia ! Invoco, per Strada, un processo a Norimberga per eccesso di INFINITA IMBECILLITA’.
PM, un certo A. EINSTEIN : L’ Imbecillità è INFINITA !

Le parole choc di Gino Strada contro Salvini

gianni says:

L’imbecillità non è una colpa; chi nasce con un handicap fisico non ha colpa. Colpevole è invece chi si presta a fare da cassa di risonanza a certe idiozie; le esternazioni di Gino Strada andrebbero semplicemente ignorate.

maria says:

Giudizio di Churchill su Mussolini
“Così finirono i 21 anni della dittatura i Mussolini in Italia, durante i quali aveva sollevato il popolo italiano dal bolscevismo, in cui avrebbe potuto sprofondare nel 1919, per portarlo in una posizione in Europa quale l’Italia non aveva mai avuto prima. Un nuovo impulso era stato dato alla vita nazionale. L’Impero italiano nell’Africa settentrionale fu fondato. Molte importanti opere pubbliche in Italia furono completate. Nel 1935 il Duce con la sua volontà aveva sopraffatto la Lega delle Nazioni – “cinquanta nazioni capeggiate da una sola”- ed era riuscito a conquistare l’Abissinia. Il suo regime era troppo costoso, senza dubbio, per il popolo italiano, ma è innegabile che attrasse , nel suo periodo di successo, un grandissimo numero di italiani. Egli era, come ebbi a scrivergli in occasione del crollo della Francia, “il legislatore d’Italia”. L’alternativa del suo regime avrebbe potuto essere un’Italia comunista, che sarebbe stata fonte di pericoli e di sciagure di natura diversa per il popolo italiano e l’Europa. L’errore fatale di Mussolini fu la dichiarazione di guerra alla Francia e alla Gran Bretagna dopo le vittorie di Hitler nel giugno del 1940. Se non lo avesse commesso, avrebbe potuto tenere l’Italia in una posizione d’equilibrio, corteggiata e ricompensata dalle due parti, derivando inusitata ricchezza e prosperità dalle lotte di altri paesi. Anche quando le sorti della guerra apparvero manifeste, Mussolini sarebbe stato bene accetto dagli Alleati. Egli aveva molto da dare per abbreviare la durata del conflitto. Avrebbe potuto scegliere con abilità e intelligenza il momento più adatto per dichiarare la guerra a Hitler. Invece prese la strada sbagliata. Non aveva mai compreso a pieno la forza dell’Inghilterra e neppure le tenaci sue qualità di resistenza e di potenza marinara. Così provocò la propria rovina. Le grandi strade che egli costruì resteranno un monumento al suo prestigio personale e al suo lungo governo.”
Ecco il giudizio di gran lunga più equo e meno fanatico che si sia mai detto di lui, e per di più da uno straniero, acerrimo nemico del nazismo e vero vincitore morale della seconda guerra mondiale.

Antonio says:

Grande commento. E’ ciò che penso da sempre.

Silvano says:

Le conoscenze di una sedicenne contro quelle di un illustre Professore Universitario, qual’è il Prof. Battaglia, sarebbe anche ora di mettere i puntini sulle “i” della cultura vera. Ma ormai il Nobel per la PACE, che non c’entra un fico secco con l’AMBIENTE, lo danno anche ai porci, con tutto il rispetto per i porci. La bimba (tra zaino, tuta e scarpe) usa solo tessuti SINTETICI che producono CO2, è anche seduta su un pezzo di poliuretano o polietilene espanso, altre plastiche che producono CO2 e che vengono ricavate dal PETROLIO. In tasca avrà sicuramente un cellulare con batterie al Litio, altra plastica, circuiti stampati e metalli pesanti. La carica alle sue batterie viene sempre ricavata dal petrolio bruciato nelle centrali termoelettriche. Lei è la PRIMA causa, col suo comportamento quotidiano, dell’inquinamento che combatte solo a parole ma NON con i fatti. Cominci a dare l’esempio, prima di fare la Savonarola, vada a scuola invece di manifestare come persona “ignorante” della chimica dei materiali che indossa. Come si fa a dare torto a Sgarbi quando invoca le capre ?

Davide says:

Il problema, caro Silvano, è che il prof. Battaglia è in minoranza in campo accademico.
Occorre darsi una svegliata, e rendersi conto di quanto sia malato, ideologizzato, politicizzato, scientificamente poco valido, il campo accademico stesso.
Lei ha fiducia nella scienza seria, in Newton, Maxwell ed Einstein, ma questa gente non ha praticamente nulla in comune con loro.
Si deve piuttosto immaginare qualche economista marxista, che fa modelli mal formulati, statisticamente superficiali, per appiccicare l’etichetta di “scienza” alle sue scemenze, ed imporre il marxismo stesso senza discussioni, in quanto “verità scientifica”.
Questo in moltissimi campi. E sono pagati per essere così.

Giorgio Felici says:

Gli studenti non (surri)scaldano più neanche i banchi!

Salvatore says:

Concordo, toto corde, con i temi esposti e relative risposte.L’ Antifascismo ha superato il muro del suono, gli resta solo da superare il MURO TALEBANO !

Giorgio Felici says:

Gli studenti non vogliono (surri)scaldare neanche i banchi!

Franco says:

“…a quei studenti e professori”. Si dice: “quegli studenti”.

Giacomo Cambiaso says:

Ooohhhh, finalmente rieccolo il grande Porro, una Zuppa super, applausi a scena aperta dall’inizio alla fine. Oggi non ho un solo “ma” ne “pero’”, solo applausi. Grande

Mifra77 says:

E così ancora una volta, il Nobel per la Pace, sarà attribuito attraverso una buffonata.

Michael Herpich says:

Sig. Nicola Porro, mi permetta di dirla che lei è uno stupido deficiente presuntuoso che non ha capito proprio un bel niente e che cerca di colpevolizzare una bambina il cui unico interesse è il poter vivere insieme al resto dell’umanità in un mondo più pulito e salubre. Le ricordo che gli esperimenti di fusione nucleare tradizionale (chiamiamola pure “calda”) che costano (secondo le stime del 2009) una quindicina di miliardi di Euro e che non hanno mai prodotto alcun risultato concreto (cioè l’energia in entrata è stata sempre maggiore di quella in uscita), mentre gli esperimenti di fusione fredda (boicottati in tutto il mondo ad ogni livello) costano solo una decina di migliaia di Euro all’anno e non solo hanno prodotto dei risultati concreti (più energia emessa di quella immessa, anche a 20 volte tanto e senza rilascio di radiazioni nucleari dannose), ma nel 2012 la riproducibilità di tali esperimenti hanno raggiunto una percentuale pari al 100% in una dozzina di laboratori sparsi per il mondo: ovvero non c’era più la scusa che a volte (per qualche fattore esterno allora sconosciuto) a volte gli esperimenti davano dei risultati e a volte no. Ma già nel 2002 il cosiddetto “rapporto 41” dimostro che gli esperimenti sulla fusione fredda presso il laboratori dell’ENEA a Frascati, e commissionati dal premio Nobel per la Fisica Carlo Rubbia, dimostrarono già allora e senza ombra di dubbio che la fusione fredda non era una buffala ma qualcosa di reale e che produceva dei risultati veramente fantastici: lo stesso Carlo Rubbia dovette fare un passo indietro ed ammettere di essere stato precipitoso nell’affermare che tutta la faccenda della fusione fredda fosse un buffala. Dopo di che su interesse dei petrolieri su tutti gli esperimenti fu messo un velo o furono ufficialmente fermati (la vigliaccheria di politici italiani, professori universitari e rettori, industriali, giornalisti deficienti come lei sig. Nicky Porro, ingegneri e pure alcuni fisici fu veramente vergognosa e indecente). Si rende conto cosa significa implementare un dispositivo piccolo quanto uno scaldabagno in ogni abitazione? Significa non dover più pagare il pizzo ai petrolieri o ai fornitori di energia elettrica come l’ENEL. Significa avere energia elettrica praticamente gratuitamente per centinaia d’anni con pochi litri d’acqua. Significa poter caricare le batterie della propria auto elettrica gratuitamente, senza l’utilizzo di carburanti fossili e altamente inquinanti. Significherebbe vedere diminuire di colpo i malati e i morti per malattie polmonarie/respiratorie. Significherebbe non dover più assistere a guerre per accaparrarsi il petrolio altrui, a false flags per iniziare delle guerre “umanitarie o per la democrazie” come quelle attuate dai governi americani dal secondo dopoguerra in poi, significa non aver più bisogno di creare, armare e finanziare l’ISIS come fecero gli americani con la collaborazione dei sauditi solo perché Assad aveva negato il permesso di una pipeline in territorio siriano mentre tale permesso l’aveva invece concesso agli iraniani, significa anche che finalmente il dollaro verrebbe valutato per il suo reale valore (ovvero zero) e non per l’obbligato mezzo di scambio monetario nelle transazioni internazionali e sempre agganciato al valore del petrolio. Significherebbe anche che forse giornalisti vigliacchi come lei si occuperebbero di denunciare i burattinai (il governo occulto mondiale) che stanno dietro a questo complotto mondiale che cerca di mantenere il proprio potere e il proprio status quo proprio col petrolio e il signoraggio bancario invece di accusare una povera ragazzina svedese di essere lei parte di un qualche fantomatico complotto. Significherebbe puntare anche il dito su una delle cause determinanti certi squilibri meteorologici come gli esperimenti di geoingegneria clandestina conosciuta anche col nome di scie chimiche e trattate vergognosamente in Italia da voi giornalisti semplicemente come una buffala, vuoi per moda, vuoi per ignoranza, vuoi per vigliaccheria o vuoi per interessi personali. Si vergogni sig. Zuppa di Porro!

ENRICO says:

Colossale operazione di ” distrazione di massa ” per deviare l’attenzione dei giovani e meno giovani dai reali problemi che sono di tutt’altra natura: socioeconomici e di incompatibilità etnica e culturale!

Mifra77 says:

Una ragazzina pilotata ad arte ed una sfilata mondiale di marionette che animate da fili e voci di pupari pazzi, predicono catastrofi che regolarmente non si verificano. Purtroppo viviamo correndo dietro a ondate e filoni quasi sempre gestiti da imbroglioni imbonitori e criminali che approfittano spesso di inesperienza e mancanza di conoscenza. Usare per questo demenziale teatrino, i giovani studenti che meglio farebbero ad andare ad informarsi studiando, piuttosto che scioperare e sbandierare cartelli e bandiere che stanno facendo un gioco che negli anni li travolgerà.

wisteria says:

Quello che non si dice è che i grandi inquinatori sono i paesi del terzo mondo, da cui provengono i cosiddetti migranti, che vengono qui a ondate non certo per condividere le restrizioni che gli ambientalisti consigliano, ma per godere del nostro consumismo.

Sandro Cecconi says:

Porro, proprio in questo momento che stanno sfilando in corteo quanto l’ONU dichiarò nel 1989, data di inizio di questa stronzata del riscaldamento climatico,. Replico integralmente quanto riportato da un ottimo sito:

“L’ONU: LA TERRA SARA’ SOMMERSA ENTRO 10 ANNI………….Era il 1989

Se non si ferma SUBITO la continua immissione di anidride carbonica e di gas serra nell’atmosfera entro 10 anni avremo un disastro colossale, con l’invasione delle terre basse che torneranno ad essere lagune e milioni di umani obbligati ad abbandonare le proprie case, causando una vera e propria emergenza umanitaria.
Le alluvioni sulla costa ed i raccolti insufficienti, sempre entro 10 anni, porteranno ad un flusso di “Eco refugees”, e metteranno il pericolo il sistema politico causando il caos, dice Noel Brown, direttore dell’ufficio di New York del programma per L’ambiente dell’ONU.
I governi hanno 10 anni di tempo per risolvere il problema dell’effetto serra prima che questo vada oltre la possibilità di controllo umano. Al termine del decennio le calotte polari si saranno sciolte le calotte polari e molte isole saranno scomparse, come le Maldive.
Il Delta del Nilo ed il Bangladesh saranno sommersi e questo causerà grandi spostamenti di popolazione.
I soli USA dovranno spendere 100 miliardi di dollari per proteggere la East Coast.
L’unica Cura: una rivoluzione con l’abbandono in 10 anni dei combustibili fossili.”
Questo era scritto in quest’intervista al servizio ambientale dell’ONU nel lontano 1989. Purtroppo è passato il 1999, il 2009 ed anche il 2019. Le Maldive non sono ancora scomparse. Questo pezzo è dedicato ai ragazzini manovrati come burattini, nuovi balilla dei poteri forti mondiali. ”

Ora linko l’articolo in lingua inglese:

https://www.apnews.com/bd45c372caf118ec99964ea547880cd0

Ecco le cazzarellate degli imbecilli.

Andrea says:

mille anni fa i Vikinghi scoprirono un nuovo territorio che battezzarono Groenland (terra verde) Oggi, 1000 anni dopo, è coperta di ghiaccio. In Scozia coltivavano l’uva e facevano il vino.
Tutto questo sta a significare che il clima fa quello che ha sempre fatto… quello che vuole!

Sandro Cecconi says:

Esiste uno studio della Capro ricerche della NASA dell’ottobre del 2018 in cui si prevede un abbassamento della temperatura.

Nuccio Viglietti says:

Ogni considerazione su clima inquinamento non può prescindere da un incipit che però viene pelosamente ignorato bypassato da tutti i benpensanti che ne parlano…la SOVRAPPOPOLAZIONE del pianeta…siamo troppi e stiamo aumentando in modo assurdo esponenziale a riempire gioiosi infiniti spazi purtroppo finiti…finiti…di essere più inquinante mai esistito…UOMO. Questo però va contro interessi di coloro che controllano destini del pianeta…esemplificando più siamo più consumiamo…bipede idiota ragiona col PIL no con cervellino e quindi…
https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Antonio says:

Concordo pienamente. La minaccia vera è rappresentata dal boom demografico che moltiplica all’infinito le cause di inquinamento ed i problemi della fame e dell’occupazione. Una bomba che tutti si ostinano ad ignorare, e che anzi viene incoraggiata da governi folli e dalle religioni monoteiste Chiesa Cattolica e Islam in primis.

Fabio Casolini says:

condivido 100%, con quel tipo di ragionamento dovremmo cancellare la presenza del’uomo sulla terra

Lascia un commento Annulla risposta

Newsletter

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI NICOLA PORRO

e ricevi la Zuppa a casa

ISCRIVITI

Non preoccuparti, non ti invierò spam

Leggi Anche

Il Mare più bello d’Italia 2018 nella GUIDA BLU di Legambiente e Touring Club Italiano

Volete trascorrere le vostre vacanze al mare o al lago nelle spiaggie più belle d’Italia …