mercoledì , giugno 19 2019
Home / Politica / “La Nuova Via della Seta e gli investimenti cinesi in Italia”, se ne parla a Lerici

“La Nuova Via della Seta e gli investimenti cinesi in Italia”, se ne parla a Lerici

Sabato 25 maggio e domenica 26 maggio, alle ore 10.30 in Sala del Consiglio, avrà luogo il congresso “La Nuova Via della Seta e gli investimenti cinesi in Italia. I Prodotti dei laogai (lager cinesi) – Sfruttamento del lavoro forzato in Italia e in Cina”.

 

L’iniziativa, organizzata dalla Laogai Research Foundation Italia Onlus con il patrocinio del Comune di Lerici, si svilupperà su due giorni secondo il seguente programma:
nella mattina di sabato 25 maggio sarà proiettato il film-documentario “Free China – Il coraggio di credere” del pluripremiato regista Michael Pearlman, già protagonista in più di 1.500 proiezioni private in tutto il mondo (al Parlamento Europeo, al Congresso USA, al Parlamento Italiano e al Quartier Generale di Google al Cineforum alla Casa del Cinema a Roma). Il documentario svelerà al mondo le diffuse violazioni dei diritti umani che ancora oggi si registrano in Cina e la brutalità di uno Stato autoritario che si accanisce contro qualsiasi credo religioso: tibetani, cristiani, minoranze etniche, oltre cento milioni di praticanti del Falun Gong, migliaia di persone che manifestano il loro dissenso verso il regime e i difensori dei diritti umani e della democrazia.
Nel raccontare le coraggiose storie di Jennifer Zeng e Charles Lee, che sono stati perseguitati dal governo cinese per il loro credo spirituale nell’antica pratica di meditazione del Falun Gong, il film documenta la terrificante condizione in cui milioni di cittadini pacifici vengono imprigionati, torturati e sottoposti a lavoro forzato in Cina e, ancor più grave, il prelievo forzato degli organi da prigionieri di coscienza.
Attraverso una potente narrazione, “Free China-Il coraggio di credere” evidenzia anche l’importanza di un cambiamento dentro e fuori la Cina, una trasformazione che parte innanzitutto dal cuore delle persone.

Domenica 26 maggio avrà luogo la conferenza “La Nuova Via della Seta e gli investimenti cinesi in Italia. I prodotti dei laogai- Sfruttamento del lavoro forzato in Italia e in Cina”. Relatori della giornata saranno Marzio Ammendola, che affronterà la tematica degli investimenti cinesi in Italia, Giovanni Da Valle, che tratterà il tema della merce prodotta nei “campi di formazione al lavoro” (laogai) e sfruttamento del lavoro forzato in Italia e in Cina
Marzio Ammendola è fondatore di Againstchina,laureato in Scienze Politiche. Svolge la sua carriera nel settore automotive, prima in una società di fleet management e poi in Arval (BNP-Paribas) come responsabile della filiale clienti internazionali. Prosegue l’attività professionale come consulente commerciale, in questo ruolo entra in contatto con la Cina, avendo quindi modo di approfondire la conoscenza sia della realtà economica che sociale. Attraverso una partnership con una società di Shanghai sviluppa attività e progetti tra Italia e Cina. Nel 2017 decide di interrompere ogni tipo di business con la Cina, dopo aver compreso le difficoltà all’ottenimento di condizioni negoziali corrette e paritetiche.
Giovanni Da Valle è direttore responsabile della Laogai Research Foundation Italia Onlus. Sempre stato appassionato difensore dei diritti umani. Si è dedicato all’approfondimento nella realtà tremenda dei laogai, i campi di concentramento cinesi che ancora esistono anche se oggi le autorità cinesi ne hanno cambiato il nome in “campi di formazione al lavoro” nella sostanza sono sempre gli stessi. Impegnato a livello nazionale, per far conoscere una pagina di storia poco nota ai più. Promuove conferenze, incontri, anche nelle scuole. Nel giugno 2017 ha organizzato un congresso presso la Camera dei Deputati a Roma su questo scottante tema.

Interverranno: il Sindaco del Comune di Lerici, Leonardo Paoletti, la Vice Sindaco e assessore alle Politiche Sociali Lisa Saisi.

Leggi Anche

Foggia, è morta a 116 anni nonna Peppa, la donna più anziana d’Europa

Nonna Peppa era una star della provincia di Foggia: nel giorno del suo ultimo compleanno …