domenica , maggio 26 2019
Home / Politica / La politica di coesione del futuro – Approfondimenti

La politica di coesione del futuro – Approfondimenti

Nel maggio 2018 la Commissione europea ha presentato la sua proposta per il nuovo bilancio pluriennale dell’Unione e, a cascata, le varie riforme dei regolamenti. Rispetto all’attuale 1,13% del Reddito nazionale lordo (Rnl) dell’Ue con 28 Stati membri, pari a 1.087 miliardi di euro, l’esecutivo ha messo sul tavolo la proposta di un budget equivalente all’1,11% del Rnl (1.135 miliardi in prezzi 2018). Una proposta definita “bilanciata e realistica” per fare i conti con la Brexit e le nuove sfide che dovrà affrontare l’Ue nel futuro. A questa si aggiunge poi un secondo progetto che riguarda l’aumento delle risorse proprie dell’Unione, che potrebbe così beneficiare di nuove entrate anche grazie a nuove tasse “ambientali” su plastica ed emissioni.

Districarsi fra i numeri non è semplice, visto che il quadro cambia a seconda di come vengono calcolate le cifre: in prezzi correnti (tenendo conto dell’inflazione), o in prezzi costanti, scegliendo quindi un anno di riferimento. Mantenendo quindi il criterio utilizzato dalla Commissione nello scegliere i prezzi 2018, al capitolo “Coesione e valori” andrebbero 391.974 milioni di euro, 330.642 dei quali direttamente alla politica di coesione, suddivisi fra il Fondo di sviluppo regionale, quello sociale, e il Fondo di coesione (qui spieghiamo le differenze fra questi tre fondi).
Per la politica di coesione l’esecutivo ha quindi proposto un taglio di circa il 10% delle dotazioni rispetto all’attuale settennato.

La sforbiciata è inferiore a quanto temessero gli enti locali e regionali europei alla vigilia della presentazione della proposta, ma resta comunque eccessiva secondo molti osservatori. Per combattere contro tale operazione il Comitato europeo delle Regioni, insieme alle principali associazioni europee di rappresentanti territoriali, ha creato l’Alleanza per la coesione (Cohesion alliance), che ha ormai superato le 10mila adesioni.

Leggi Anche

BASTA BLOCCHI POLITICO-ECONOMICI AMERICANI, CINESI, RUSSI ECC., MA SI FAVORISCA UNA COMUNITA’ MONDIALE

IL MIO PENSIERO PRIMA DI ANDAR A VOTARE.       Negli anni ’50 circa, …