domenica , maggio 26 2019
Home / Politica / L’economista Warren Mosler traccia la via per risolvere i problemi italiani: «Un ‘piano A’ e un ‘piano B’ per la prosperità»

L’economista Warren Mosler traccia la via per risolvere i problemi italiani: «Un ‘piano A’ e un ‘piano B’ per la prosperità»

Warren Mosler, economista e padre della Teoria della Moneta Moderna, ha rilasciato un’intervista molto interessante a Paolo Becchi e Giovanni Zibordi per Byoblu.

Mosler per risolvere le problematiche italiane all’interno dell’Unione Europea propone un piano A e un piano B:

il piano A sarebbe quello di convincere Bruxelles ad alzare la soglia del deficit/pil dal 3% all’8% per tutti i paesi membri e, invece di usare i tassi d’interesse come inutile strumento di politica economica, fare in modo che la politica fiscale diventi strumento di politica economica. Secondo Mosler occorre costringere la BCE a garantire di “fare tutto ciò che serve” contro il default, una garanzia messa per iscritto e da considerare in qualche modo “legge”. In modo da eliminare il rischio spread dai paesi membri della UE, oltre a togliere alla BCE la capacità di utilizzare tale strumento per imporre ai governi l’austerità.

Per l’economista, in Europa è necessario superare è il fatto che la BCE possa continuare a condizionare i governi imponendo il rispetto dell’austerità. Mosler è sicuro che il suo “piano A” avrebbe successo se non fosse per i problemi politici e pratici che verrebbero in essere alla sola proposta del “piano A” sollevati da nazioni come la Germania. Secondo l’economista per portare avanti la discussione è necessario avere un “piano B”.

Il Piano B consiste nel fare 2 cose: non uscire di colpo dall’euro con tutte le complicazioni del caso, ma far sì che lo Stato italiano inizi a spendere e tassare in lire.

“Assumendo che la nuova lira sia fissata a 1 euro = 1 lira, lo Stato inizierebbe a pagare fornitori, pensioni e stipendi in questa moneta nello stesso ammontare e anche a richiedere simultaneamente che le tasse siano pagate in lire. Una volta che hai fatto questo hai di nuovo una politica fiscale e monetaria indipendente e puoi riportare la prosperità in Italia. Ma c’è una seconda cosa molto importante. E’ essenziale non convertire gli euro esistenti nei conti bancari in Italia in lire. Molti piani che ho visto prevedono la conversione forzosa degli euro in lire e sono categoricamente contrario. Creerebbe panico”.

Articolo integrale QUI. LETTURA CONSIGLIATA

Leggi Anche

BASTA BLOCCHI POLITICO-ECONOMICI AMERICANI, CINESI, RUSSI ECC., MA SI FAVORISCA UNA COMUNITA’ MONDIALE

IL MIO PENSIERO PRIMA DI ANDAR A VOTARE.       Negli anni ’50 circa, …