domenica , settembre 23 2018
Home / Cucina / Loison ora fa Pasqua in Cina – News – Italiaoggi

Loison ora fa Pasqua in Cina – News – Italiaoggi

Confezioni elegantissime che racchiudono prodotti tradizionali ma rivisitati in gusti innovativi: è la filosofia con cui Loison sta portando i dolci tipici italiani, come il panettone e in questo periodo le colombe pasquali, sempre di più all’estero, cui è dovuto metà del fatturato di 9 milioni di euro dell’azienda, posizionandoli nell’alto di gamma. Nella strategia del marchio trova spazio però anche il mondo digitale, con una presenza sul web attraverso 5 siti, e l’impegno per destagionalizzare i dolci legati alle festività, mostrandone i possibili usi in ricette anche salate con l’aiuto degli chef.
Per quanto riguarda la Pasqua, tra le novità di quest’anno sta dando ottimi risultati la colomba con pesca candita e nocciole Piemonte Igp, parte della collezione Latta: il packaging (progettato da Sonia Design) infatti continua a costituire un elemento molto importante delle proposte Loison e in questo caso il prodotto è presentato in una scatola di latta rosa antico, decorata con immagini della tradizione pasquale europea riprese da libri antichi. Oppure c’è la collezione Genesi con la colomba al nuovo gusto camomilla e limone, con una confezione in cui si è voluto rafforzare il legame con il territorio veneto attraverso un omaggio ad Andrea Palladio, grazie alla rivisitazione delle colonne corinzie riportate in forma stilizzata sull’incarto.
«La colomba sta andando bene anche all’estero: abbiamo cominciato a venderla anche in paesi difficili, per esempio in Cina», racconta Dario Loison (nella foto), il patron dell’impresa dolciaria di Vicenza. «Il made in Italy sta dando risultati: l’anno scorso all’estero abbiamo fatturato 4,5 milioni di euro, tenendo presente che proponiamo un prodotto di alta gamma che vendiamo tra i 35 e i 50 euro nel mondo. I nostri clienti sono gourmet fidelizzati a Loison e in cerca del made in Italy di qualità».
I prodotti del marchio sono venduti in oltre 60 paesi, tra cui molto importanti sono la Francia, il mercato più forte, gli Stati Uniti, la Germania, la Svizzera, l’Olanda e l’Inghilterra, cui si affiancano, tra gli altri, anche il Giappone, la Corea, la Cina e Dubai.
Un altro aspetto su cui l’impresa punta molto è il digitale. «Ci permette di velocizzare i processi, riusciamo a trasferire informazioni e schede tecniche in pochissimo tempo, ottenendo efficienza ed efficacia, e consente una notevole disintermediazione», sottolinea Loison. Il mondo digitale del brand, infatti, si è sviluppato in 5 portali mirati a diversi tipi di visitatori: oltre al sito istituzionale, a quello dedicato ai professionisti della comunicazione e allo shop online, c’è Insolitopanettone.com, dove diversi chef interpretano il panettone come ingrediente speciale in ricette dolci e salate, e Museum.Loison.com, dedicato al Loison Museum.
«Continueremo poi a puntare sulla destagionalizzazione, per esempio con alcune nuove veneziane, una al cioccolato e spezie e una all’albicocca e spezie», osserva Loison. Da questo punto di vista il percorso dell’azienda è partito nel 2000 quando è cominciata una collaborazione con vari chef per mostrare l’adattabilità del panettone a tutti i piatti, sia dolci che salati, il che ha portato al progetto di Insolito Panettone, e poi anche a prodotti a base di panettone che supportano i cuochi per le loro ricette, come per esempio il panettone in polvere o sotto forma di macarons, in differenti gusti. Inoltre, i dolci Loison sono confezionati con incarti e packaging non vincolati alle festività, studiati per essere funzionali e riutilizzabili, e ogni anno il 50% delle collezioni viene rinnovato.

Leggi Anche

Associazione Club Gourmet presenta il tour gastronomico tra i primi …

Il 26 settembre con la serata tematica sulla Basilicata si apre il ciclo di venti …