Home / Cucina / L’Orto di Brera: molto più che un fruttivendolo. Cresce il negozio di …
L'Orto di Brera: molto più che un fruttivendolo. Cresce il negozio di ...

L’Orto di Brera: molto più che un fruttivendolo. Cresce il negozio di …

Nel prestigioso quartiere milanese, la storica attività della famiglia Tedone si è trasformata negli anni da ingrosso di ortofrutta specializzato nella fornitura per il canale horeca e la ristorazione a punto vendita al dettaglio di ultima generazione. Ogni giorno, oltre ad acquistare frutta e verdura di alta qualità, con una particolare attenzione per il chilometro zero e i prodotti nutraceutici e di tendenza, i milanesi possono assaggiare i brunch curati dallo chef Claudio Crotti. L’ultima novità dell’orto di Brera è l’apertura di un nuovo spazio di 500 mq al Mercato Ortofrutticolo all’Ingrosso di Milano. E i titolari annunciano nuove soprese, tra cui nuove inaugurazioni e l’arrivo dell’e-commerce

 

Dalla Redazione

 

Frutta e verdura fresca e di stagione, dal 1963, con una particolare attenzione per i prodotti di tendenza, da quelli esotici a quelli nutraceutici, e al chilometro zero. Stiamo parlando dell’Orto di Brera, punto vendita rinnovato e rilanciato circa due anni fa nel prestigioso quartiere milanese, ma conosciuto in città fin dagli anni Sessanta.

 

Di proprietà della famiglia Tedone, nel corso degli anni l’azienda si è specializzata principalmente nella fornitura alla ristorazione, tanto che l’attuale locale che ora ospita il negozio di ortofrutta per anni è stato usato come una sorta di magazzino di smistamento. Poi la decisione di ritornare a vendere ai privati da parte dei proprietari Leonardo e Michele, con la ristrutturazione degli interni del magazzino e la creazione, nel 2016, di un nuovo negozio, in via San Carpoforo a Milano, che non vende solo frutta e verdura, ma è dotato anche di una cucina professionale curata dallo chef Claudio Crotti.

 

Molto più che un semplice fruttivendolo, dunque: dallo scorso aprile l’Orto di Brera propone ogni giorno, dalle 10.30 alle 14.30, un ricco brunch, che è diventato un momento di relax particolarmente amato dai milanesi, a base di prodotti freschi di stagione e di fantasiose creazioni, servite in comodi vassoi perfetti anche per il take away. Ricette dolci e salate che abbinano il gusto alal ricerca di benessere: dall’immancabile pancake con riso e verdure quali cavolfiori, spinaci, carote, zucchine, abbinato alle salse più sfiziose alle cheesecake di spinaci, di carote o zucchine, fino agli hamburger di verdura e di avocado. Ad accompagnare le originali portate, estratti di frutta naturali e molto altro.

 

L’ortofrutta, come punto vendita al dettaglio, distribuisce prodotti di prima scelta in tutta la città, con un’attenzione riconosciuta per la massima qualità. Forte della fiducia ormai diffusa da parte dei cittadini, oggi L’Orto di Brera amplia la sua attività al Mercato Ortofrutticolo all’Ingrosso di Milano, estendendo il proprio spazio su un’area di 500 metri quadrati.

 

Di pari passo, è cresciuta la quantità di merce gestita che è pari a 300 mila chilogrammi al mese e serve attualmente circa 200 punti vendita, bar, ristoranti, fast food. La riorganizzazione ha reso necessaria l’assunzione di nuovo personale, per un totale di 20 addetti impegnati in attività di logistica.

 

Leonardo Tedone, titolare dell’Orto di Brera, spiega così i nuovi progetti dell’azienda: “Siamo molto soddisfatti dei risultati registrati nell’ultimo anno. Con questo investimento vogliamo costruire le basi per realizzare nuovi servizi per i clienti. Tra i prossimi obiettivi abbiamo l’apertura di altri punti vendita e di ristorazione a Milano, sul modello dell’Orto di Brera, e l’attivazione del canale e-commerce per permettere di acquistare in tutta comodità la frutta e verdura di alta qualità che selezioniamo ogni giorno dall’ortomercato”.

 

Copyright: Fruitbook Magazine

Leggi Anche

Segui Puntarella Rossa Firenze su Facebook

Segui Puntarella Rossa Firenze su Facebook

Nuove aperture Firenze novembre 2017. Sotto il profilo gastronomico, tra nuovi locali e cambi di menu, Firenze si conferma anche …