lunedì , maggio 20 2019
Home / Cucina / MasterChef 8: il racconto della nona puntata

MasterChef 8: il racconto della nona puntata

Laura Berlinghieri

Quando il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare. Sono solo nove gli chef amatoriali ancora in gara a MasterChef 8: pronti a darsi battaglia di fronte agli occhi attenti di Joe Bastianich, Bruno Barbieri, Giorgio Locatelli e Antonino Cannavacciuolo per aggiudicarsi il titolo di MasterChef italiano 2019.

La gara inizia, come sempre, con la prova della mistery box. Gli chef dovranno proporre nuovamente agli chef le ricette con le quali si erano presentate ai live cooking. Rivisitate. Da ristorante gourmet. Per dimostrare i miglioramenti nel corso dei mesi. I piatti migliori sono quelli di Federico (Tra mari e orti), di Gilberto (Il diaframma incontra la cipolla), di Loretta (Handicap uno) e di Valeria (Beccafico a modo mio): è quest’ultima ad aggiudicarsi la vittoria della prova.

‘);
}

Gli otto chef ancora in gara a questo punto si spostano a Roma, all’ombra del Cupolone, per la prova in esterna. Questa volta, i concorrenti sono chiamati a cucinare per i seminaristi e i sacerdoti impegnati nella Clericus Cup, campionato di calcio vaticano. Le due brigate dovranno preparare delle ricette ispirate alla Bibbia. Zuppa di cipolle, petto d’oca con fichi, melagrana ed erbe amare e un dolce a scelta, ma con degli ingredienti obbligatori, per la brigata rossa capitanata da Valeria. La squadra blu dovrà preparare invece una crema di zucca con pane d’orzo, delle quaglie ripiene con cipolle caramellate e un dolce (anche qui: a scelta, ma vincolato). A guidare la squadra blu è Gilberto. A trionfare è ancora Valeria: la squadra rossa ha la meglio sulla brigata blu, con 21 preferenze contro 6. Gilberto e i suoi compagni dovranno sfidarsi al pressure test.

Trentacinque minuti di tempo per preparare una cacio e pepe cotta in vescica di maiale: così come vuole la ricetta dello chef Riccardo Camanini. È la prova a cui sono chiamati Alessandro, Loretta, Gilberto e Federico per rimanere nella cucina di MasterChef. Dei quattro piatti preparati, il solo a convincere i quattro giudici è quello di Gilberto, che così si salva e può assistere al resto della prova dalla balconata. Per gli altri tre concorrenti, una nuova sfida: un dolce fatto con la pasta, ispirandosi ai rigatoni pomodoro e mozzarella di Cristoforo Trapani. Dopo questa prova è Alessandro a salvarsi e a raggiungere Gilberto sulla balconata. L’ultima prova consiste nella preparazione dello “strapazzo”, a base di uova. A convincere i giudici è Loretta: Federico è il secondo eliminato della nona puntata di MasterChef 8.

LEGGI IL RACCONTO DELLA PRIMA PUNTATA DI MASTERCHEF 8

LEGGI IL RACCONTO DELLA SECONDA PUNTATA DI MASTERCHEF 8

LEGGI IL RACCONTO DELLA TERZA PUNTATA DI MASTERCHEF 8

LEGGI IL RACCONTO DELLA QUINTA PUNTATA DI MASTERCHEF 8

LEGGI IL RACCONTO DELLA SESTA PUNTATA DI MASTERCHEF 8

LEGGI IL RACCONTO DELLA SETTIMA PUNTATA DI MASTERCHEF 8

LEGGI IL RACCONTO DELL’OTTAVA PUNTATA DI MASTERCHEF 8

Leggi Anche

4 Sagre e Feste in Campania: cosa fare nel weekend 18-19 maggio 2019

Le sagre e le feste da non perdere nel prossimo weekend in Campania   Anche …