mercoledì , maggio 22 2019
Home / Politica / Oggi pomeriggio Giuseppe Conte parla al Parlamento Europeo

Oggi pomeriggio Giuseppe Conte parla al Parlamento Europeo

Oggi pomeriggio alle 17 il presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte parlerà al Parlamento Europeo radunato in assemblea plenaria a Strasburgo. C’è una certa attesa attorno al discorso di Conte. È la prima volta che parla davanti al Parlamento Europeo, e di recente il suo governo si è infilato in vari casi che lo hanno un po’ isolato dal resto dei paesi dell’Unione: dalla crisi diplomatica con la Francia, passando per la lite con la Commissione Europea sulla legge di bilancio, fino ad arrivare all’ambigua posizione sul Venezuela.

In un’intervista data ieri a Politico, Conte ha negato di sentirsi «isolato», e anzi ha rivendicato che il suo governo ha «espresso delle opinioni anche quando aveva da dire qualcosa di scomodo». In realtà un certo isolamento sarà visibile. Tre ore prima del suo discorso al Parlamento, Conte incontrerà il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker, che però non sarà presente durante il suo discorso in plenaria, come invece vuole la prassi. Al termine del dibattito, inoltre, Conte non terrà una conferenza stampa col presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, come invece è avvenuto durante le visite di diversi altri primi ministri e capi di stato negli ultimi mesi (anche se dal Movimento 5 Stelle fanno notare che Tajani non tenne una conferenza stampa nemmeno con Angela Merkel).

I contenuti del discorso di Conte non sono trapelati, ma sembra che ripeterà più o meno le stesse cose che ha detto a Politico. Proverà a fare dei distinguo sull’operato del suo governo – «tenere posizioni anti-establishment e chiedere un cambiamento non significa essere contrari all’Unione Europea» – e ci si aspettano vaghi auspici sul futuro dell’Europa. «Ci aspettiamo che Conte dia una salutare scossa a questa Europa», si è limitata a dire in un comunicato la capogruppo del M5S al Parlamento Europeo, Laura Agea.

Buona parte degli europarlamentari che prenderanno parola non saranno benevoli: la maggioranza dei gruppi parlamentari hanno posizioni filo-europee, e già in passato hanno criticato duramente leader politici a capo di maggioranze tendenzialmente euroscettiche, come il primo ministro ungherese Viktor Orbán e quello austriaco Sebastian Kurz. I discorsi più duri saranno probabilmente quelli di Udo Bullmann, capogruppo dei socialisti e democratici, e Guy Verhofstadt, quello dei liberali.

Il dibattito sarà brevissimo, appena un’ora e mezza – alla scorsa plenaria, quello col primo ministro spagnolo Pedro Sánchez occupò un’intera mattinata – anche perché l’agenda di Conte è molto fitta. Prima del dibattito dovrebbe incontrare separatamente Juncker, Tajani e il capogruppo del Partito Popolare Europeo, Manfred Weber, oltre che ricordare Antonio Megalizzi, il giornalista ucciso a Strasburgo due mesi fa. Subito dopo il dibattito incontrerà gli eurodeputati italiani, e infine dovrebbe tenere una conferenza stampa rivolta alla folta delegazione di corrispondenti arrivati da Bruxelles e dall’Italia. La conferenza stampa non è stata confermata e per ora circola l’ipotesi di un punto stampa con i giornalisti.

Leggi Anche

Antonio Tajani a Leggo:«Il governo cadrà dopo le elezioni. Salvini sbaglia, Roma non è una città come le altre. Di Maio mi ricorda Maduro» L’intervista integrale

Partiamo dal recente passato. È stato presidente nel Parlamento europeo, che esperienza è stata? «Un’esperienza …