mercoledì , giugno 19 2019
Home / Politica / Rush finale tra le polemiche

Rush finale tra le polemiche

POLITICA

(Fotogramma)

A due giorni dal voto europeo continua il botta e risposta a distanza tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini. ” Non ho mai capito perché le elezioni europee dovrebbero cambiare la composizione del Parlamento italiano – dice Di Maio ad Agorà su Rai Tre -. Noi non sappiamo quale sarà il risultato” del voto di domenica, “decideranno gli italiani. Quello che so io – ha rimarcato il titolare del Mise – è che il M5S ha il 36% del Parlamento italiano, abbiamo la maggioranza assoluta del Cdm e così rimarrà. Non ho intenzione di parlare di poltrone lunedì”.

“); }
else
{ document.write(“”); }

L’altro vicepremier, intanto, va all’attacco: “Stamattina ho sentito Zaia che è giustamente arrabbiatissimo perché un ministro dei 5 Stelle è andato in Veneto e ha fatto bloccare i cantieri della Pedemontana. Arriva uno da Roma e dice ‘no, fermi tutti’. Io sono stufo di quelli che dicono solo no. Io vi chiedo un voto per il sì. Un sì anche per l’autonomia perchè non può arrivare un burocrate da Roma e decidere” spiega Salvini da Verbania.

Domenica vi chiedo un voto per il si alla Tav, alla Pedemontana, a strade, ferrovie, scuole e palestre. L’Italia ha bisogno di costruire e di viaggiare” dice ancora. E poi: “Un uccellino mi dice che domenica la Lega sarà il primo partito in Italia e uno dei primi in Europa” ha aggiunto Salvini, sicuro che “domenica sera si fa la storia e ai nostri figli lasceremo un’Europa fondata su libertà, lavoro e speranza”.

Poi, replicando a Di Maio, secondo cui il leader della Lega punta a fare domenica il pieno di voti per poi far cadere il governo, torna a pungere: “Sono fantasie, rispondo con i fatti e con il lavoro, non rispondo al nulla”.

“); }
else
{ document.write(“”); }

Leggi Anche

Foggia, è morta a 116 anni nonna Peppa, la donna più anziana d’Europa

Nonna Peppa era una star della provincia di Foggia: nel giorno del suo ultimo compleanno …