domenica , maggio 26 2019
Home / Sport / Surer: “Ferrari, poco grip dalle gomme e vettura…

Surer: “Ferrari, poco grip dalle gomme e vettura…

Giudicare il saliscendi prestazionale messo in pista dalla Ferrari nelle gare di Melbourne, Sakhir e Shanghai è un difficile esercizio d’analisi, e in tanti hanno sviluppato diverse teorie riguardanti l’adattamento della SF90 ai diversi circuiti sinora affrontati. Marc Surer, ex pilota di F1 svizzero che ha corso nella massima categoria tra il 1979 e il 1986, ha concordato con Nico Rosberg nell’individuare nell’aerodinamica il problema principale delle Rosse: “In confronto alla Mercedes, la Ferrari ha costruito una macchina con meno carico aerodinamico. Questo le dà un vantaggio in rettilineo, ma uno svantaggio nelle curve lente e a media velocità“, ha osservato ad AutoBild.

Per l’ex alfiere tra le altre di Arrows e Brabham, ci sono stati anche altri fattori che hanno penalizzato il Cavallino: “Inoltre la Ferrari ha bisogno di alte temperature dell’asfalto come in Bahrain, o di superfici ruvide come a Barcellona, per portare le gomme nella giusta finestra di utilizzo. Questa è la spiegazione della loro forza in Spagna in inverno e della loro superiorità in Bahrain. E questo non è avvenuto a Melbourne e ora in Cina. Qua la vettura scivolava troppo, le gomme sviluppavano troppo poco grip e si sono degradate molto in fretta“.

Per Surer le prospettive di Vettel e Leclerc nella prossima gara saranno ancora condizionate dal meteo: “Se sarà freddo anche a Baku tra 14 giorni, la Ferrari andrà male anche lì. Il circuito dell’Azerbaijan ha tante curve lente, e là potrebbero accumulare un ritardo decisivo. La Ferrari potrebbe ripensare al concept della propria monoposto in futuro, perché non credo che ci saranno abbastanza gare che aderiranno perfettamente allo schema della Rossa“, ha concluso il 67 di Arisdorf.

Leggi Anche

La regata degli eventi straordinari: la vela chiama Brindisi

  BRINDISI – Anno 34 della Regata Internazionale Brindisi-Corfù, un’idea di Enzo Tosti e Livio …