mercoledì , giugno 19 2019
Home / Economia Finanza / Teleborsa. finanza. Appiattita la performance delle Borse europee.

Teleborsa. finanza. Appiattita la performance delle Borse europee.

(Teleborsa) – Seduta prudente per le principali borse del Vecchio Continente. La cautela si palesa anche sulla piazza di Milano, che si posiziona sulla linea di parità.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,115. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,17%. Vendite diffuse sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 62,45 dollari per barile.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a +271 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,64%.

Tra le principali Borse europee incolore Francoforte, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente, bilancio positivo per Londra, che vanta un progresso dello 0,56%, e senza slancio Parigi, che negozia con un +0,06%.

A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 20.681 punti; sulla stessa linea, giornata senza infamia e senza lode per il FTSE Italia All-Share, che rimane a 22.603 punti. In moderato rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,22%), come il FTSE Italia Star (0,3%).

Apprezzabile rialzo (+0,46%) a Milano per il comparto beni per la casa.

Il settore materie prime, con il suo -0,52%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, vola Juventus, con una marcata risalita del 2,27%.

Sostenuta Leonardo, con un discreto guadagno dell’1,19%.

Buoni spunti su Diasorin, che mostra un ampio vantaggio dell’1,14%.

Ben impostata Saipem, che mostra un incremento dell’1,07%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Poste Italiane, che continua la seduta con -0,63%.

Piccola perdita per Telecom Italia, che scambia con un -0,53%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Ivs Group (+1,43%), Italmobiliare (+1,32%), Tod’s (+1,31%) e IREN (+1,25%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Gima TT, che continua la seduta con -0,93%.

Tentenna Maire Tecnimont, che cede lo 0,62%.

Sostanzialmente debole Banca Farmafactoring, che registra una flessione dello 0,60%.

Tra le grandezze macroeconomiche più importanti, si attende dal Regno Unito la diffusione del dato Prezzi al Consumo, prevista stamattina alle 10:30, per il quale gli addetti ai lavori prevedono un valore di 2,2%. L’Indice dei Prezzi al Consumo misura la variazione del prezzo dei beni e dei servizi dal punto di vista del consumatore. Si tratta di uno strumento chiave per valutare i cambiamenti nelle tendenze di acquisto e nell’inflazione.

Alle 16:30 di questo pomeriggio verrà distribuito il dato sulle Scorte di Petrolio degli Stati Uniti, per il quale gli addetti ai lavori prevedono un valore di -2,53 Mln barili. I dati sul greggio dell’EIA indicano le scorte settimanali in barili in giacenza presso le imprese USA. Il valore di tali giacenze influenza il prezzo dei prodotti petroliferi, con il consequenziale impatto sull’inflazione e su altre forze economiche.

Domani alle 02:30, in Giappone, sarà pubblicato il PMI manifatturiero, per il quale gli analisti stimano 50,5 punti. Il Purchasing Managers Index (PMI) è l’indice, espresso in punti, dell’attività produttiva di un paese. E’ basato sulla valutazione dei responsabili degli uffici acquisti e di conseguenza è rappresentativo della capacità produttiva e dell’occupazione del settore manifatturiero.

(Teleborsa) 22-05-2019 09:30

Leggi Anche

BORSA SHANGHAI-Indici in leggero rialzo in attesa meeting Fed

SHANGHAI, 18 giugno (Reuters) – La borsa di Shanghai ha chiuso in leggero rialzo in …